Come scegliere il tipo di essiccatore adatto per il mio compressore?

Gli essiccatori d'aria vengono utilizzati a valle di un compressore d'aria per eliminare l'umidità dall'aria compressa prima che raggiunga l'applicazione o il prodotto finale. L'utilizzo di essiccatori d'aria è fondamentale in molte applicazioni come l'industria alimentare o delle bevande, l'elettronica, manufatturiera e la verniciatura a spruzzo nell'industria automobilistica.

Ma come faccio a sapere di quale tipo di essiccatore ho bisogno nello specifico per il mio compressore d'aria?

Essiccatore a refrigerazione ciclico AC Pneumatech

Essiccatore a refrigerazione ciclico AC Pneumatech

Gli essiccatori d'aria sono dimensionati in base alla temperatura ambiente e all'aria in ingresso, nonché alla capacità del compressore d'aria. Maggiore sarà la potenza del compressore, maggiore sarà il flusso rivolto all'essiccatore. 


Un altro suggerimento importante: bisogna scegliere l'essiccatore giusto in base alla temperatura del tuo ambiente di lavoro e alla qualità dell'aria di cui hai bisogno per le tue applicazioni. Il punto di rugiada rappresenta la temperatura limite al di sotto della quale il vapore acqueo condensa; gli essiccatori sono in grado di rimuovere il vapore acqueo e abbassare il punto di rugiada, per evitare la formazione della condensa nella rete di aria compressa.


Un altro aspetto da tenere monitorato è quello dell'umidità relativa. L'utilizzo dell'umidità relativa (massimo del 10-20 %) nell'aria compressa al posto del punto di rugiada consente di conservare l'igiene dell'impianto, eliminando il rischio di proliferazione di microrganismi.

AC HP - Essiccatore a refrigerazione ad alta pressione

AC HP - Essiccatore a refrigerazione ad alta pressione

Quindi, è essenziale calcolare il punto di rugiada in pressione adeguato per garantire una precisa umidità relativa nell'aria compressa in base alla temperatura ambiente dell'impianto.

Se la temperatura ambiente è inferiore ai 40° C e il compito principale dell'essicatore sarà quello di evitare la formazione di condensa o mantenere il punto di rugiada in pressione stabile tra 3-4 ° C, consigliamo di utilizzare un essiccatore a refrigerazione. Efficienti dal punto di vista energetico, disponibili in ciclici o non ciclici per offrire delle varianti in base alle esigenze delle applicazioni. Questa tipologia di essiccatori, molto diffusi, sono spesso utilizzati negli impianti di produzione, nei negozi di auto, nella produzione di alimenti e birrifici.
Nel caso opposto, quando la temperatura ambiente e l'aria in ingresso siano superiori a 40 ° C, il prodotto giusto è un essiccatore per alte pressioni o un compressore con refrigeratore finale.
Se è necessario anche un elevato livello di aria ambiente priva di umidità (PDP di -40 ° C o -70 ° C) un essiccatore ad adsorbimento è la scelta perfetta.
Gli essiccatori ad adsorbimento possono raggiungere punti di rugiada in pressione fino a -70 ° C e sono spesso utilizzati in climi rigidi per prevenire la formazione di ghiaccio nelle tubazioni e nelle applicazioni. Questi essiccatori utilizzano un materiale essiccante per assorbire e rimuovere l'umidità dall'aria compressa. Gli essiccatori ad adsorbimento sono disponibili anche in diverse tecnologie come l'essiccatore senza calore, gli essiccatori con spurgo riscaldato o gli essiccatori con soffiante dedicata.
Esempi di applicazioni per cui queste gamme di prodotti sono ottimali: prevenzione della muffa, applicazioni mediche, industrie tessili e alimentari per mantenere l'aria il più asciutta possibile.

L'inserimento di essiccatori d'aria è consigliato per quasi la totalità di installazioni di aria compressa, ma bisogna fare attenzione nella scelta per investire sulla soluzione corretta per la tua produzione. Per sfogliare le linee di essiccatori Pneumatech, clicca qui.