Linee guida per la messa in servizio di recipienti a pressione

Alcuni consigli utili sull'interpretazione  del D.M. 329/04 contenente norme per la messa in servizio ed utilizzazione delle attrezzature a pressione e degli insiemi

Chi deve fare la comunicazione all'INAIL e con che modalità?

La denuncia di messa in servizio è a carico dell’utilizzatore (indifferentemente quindi che l’impianto sia di proprietà o a noleggio) così come indicato all’Art. 6:

All'atto della messa in servizio l'utilizzatore delle attrezzature e degli insiemi soggetti a controllo o a verifica invia all'ISPESL e all'Unità Sanitaria Locale (USL) o all'Azienda Sanitaria Locale (ASL) competente, una dichiarazione di messa in servizio, contenente:


a) l'elenco delle singole attrezzature, con i rispettivi valori di pressione, temperatura, capacità e fluido di esercizio


b) una relazione tecnica, con lo schema dell'impianto, recante le condizioni d'installazione e di esercizio, le misure di sicurezza, protezione e controllo adottate


c) una espressa dichiarazione, redatta ai sensi dell'articolo 2 del decreto del Presidente della Repubblica del 20 ottobre 1998, n. 403, attestante che l'installazione è stata eseguita in conformità a quanto indicato nel manuale d'uso d) il verbale della verifica di cui all'articolo 4, ove prescritta

D.M. 329/04

Scarica il nostro documento sul D.M. per approfondire le informazioni su:

  • Dichiarazione, verifica di messa in servizio e riqualificazioni perodiche;
  • Come deve essere fatta la comunicazione all'INAIL, quali sono i documenti necessari;
  • Quali sono le scadenze da rispettare.

Vuoi ulteriori informazioni?

Non esitare a contattarci per ricevere dei chiarimenti a riguardo